10 medici indagati per il decesso di Tiziana Lombardo

La squadra mobile di Vibo Valentia ha notificato l’avviso di garanzia a 10 sanitari che avevano avuto in cura la donna

Omicidio colposo è l’ipotesi di reato per cui i sanitari – che avevano in cura la donna deceduta giovedì scorso – sono stati iscritti sul registro degli indagati dalla Procura di Vibo Valentia.

Foto di repertorio

Sia la Procura sia l’Asp hanno avviato, infatti, un’indagine per fare luce sulla situazione.

La donna deceduta – Tiziana Lombardo – era originaria di Paravati ma viveva a Ricadi insieme alla sua famiglia. Lunedì aveva dato alla luce una bimba e tre giorni dopo è deceduta in sala operatoria a causa, secondo quanto é emerso dai primi accertamenti, di un’arresto cardiaco in seguito a emorragia interna addominale.

É stata la stessa Direzione sanitaria dell’ospedale Iazzolino ad informare la Procura della Repubblica di quanto era accaduto.

Anche il ministro della salute, Beatrice Lorenzin, ha nominato una task force per fare luce sull’accaduto.

L’autopsia è stata disposta per domani mattina, 8 gennaio, e verrà effettuata dal medico legale Katiuscia Bisogni.

 

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
www.periodicoinforma.it - supplemento online al periodico bimestrale Informa (Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/18 del 20/02/2018 e ISSN 2420-8280). Contattaci scrivendo a redazione@periodicoinforma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.