Strada Provinciale 23: i lavori passano all’ANAS

Strada Provinciale 23: Coccorino-Joppolo 

Sottoscritta l’intesa tra Ministero, Regione Calabria e Provincia di Vibo Valentia

A breve la stipula della convenzione con l’ente statale

di Ambrogio Scaramozzino

L’atto che dovrebbe sancire il passaggio di consegne tra la Provincia di Vibo Valentia e l’Anas per la messa in sicurezza e la riapertura della Sp 23 nel tratto Joppolo-Coccorino sembra in dirittura d’arrivo.

Tale svolta consegue all’intesa istituzionale sottoscritta a Roma tra il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, la Regione Calabria e la Provincia di Vibo Valentia finalizzata a promuovere il coinvolgimento di Anas per il ripristino della viabilità esistente della strada provinciale 23.

L’atto sottoscritto dal Ministro Danilo Toninelli, dall’assessore alle Infrastrutture della Regione Calabria Roberto Musmanno e dal presidente della Provincia di Vibo Valentia Salvatore Solano, prevede, infatti, come passo successivo la stipula di un’apposita convenzione attuativa tra Anas S.p.A., Regione Calabria e Provincia di Vibo Valentia nella quale verranno delineate le modalità di esecuzione degli interventi da parte di Anas mentre, per quanto riguarda gli oneri di carattere economico, risulteranno a carico della Regione Calabria e della Provincia di Vibo Valentia.

I fondi, ricordiamo derivano dall’APQ del 2006, che doveva portare alla realizzazione della cosiddetta Strada del Mare, con l’accantonamento e la messa a disposizione di risorse per oltre 13milioni di euro rimaste nella disponibilità della Regione.

Regione che, sollecitata dal Prefetto di Vibo Valentia, qualche tempo dopo la caduta dal costone e di alcuni massi sulla strada provinciale 23, avvenuta nel mese di novembre 2017, attraverso lo stesso Presidente Mario Oliverio, nonostante la materia non fosse di competenza regionale, ha interpellato la Protezione Civile calabrese e si è recato personalmente sul posto per un sopralluogo insieme al consigliere regionale Michele Mirabello da sempre interessato alla risoluzione del problema e all’amministrazione comunale di Joppolo.

Dal tavolo tecnico voluto dal Prefetto era emersa da parte della Regione la disponibilità delle risorse finanziarie e la disponibilità ad assumersi l’onere della progettazione e dell’esecuzione dei lavori sgravando così la Provincia proprietaria della strada, previa chiusura da parte di quest’ultima di tutti i contratti e contenziosi in essere.

Oggi, finalmente, il percorso individuato dal Ministro Toninelli consente finalmente di dare risposte alle esigenze fin troppo trascurate di mobilità di un territorio. La sinergia spesa da tutte le parti in causa che hanno collaborato, dimostra che quando l’obiettivo è pienamente condiviso si possono raggiungere traguardi che sino a qualche mese fa erano impensabili.

Adesso bisogna lavorare affinché la convenzione tra Regione, Provincia e Anas venga sottoscritta nel più breve tempo possibile, per far sì che l’Anas possa progettare ed affidare i lavori di messa in sicurezza nel più breve tempo possibile.

Un’altra estate con l’arteria provinciale inibita al traffico sarebbe letale per l’intera economia del territorio, già fortemente compromessa a causa proprio della chiusura della Sp 23.

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
www.periodicoinforma.it - supplemento online al periodico bimestrale Informa (Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/18 del 20/02/2018 e ISSN 2420-8280). Contattaci scrivendo a redazione@periodicoinforma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.