La ricerca sulle fonti musicali in Italia e il ruolo dell’associazionismo regionale: stato attuale e prospettive future

L’Italia, per essere stato uno dei principali luoghi di produzione del repertorio musicale europeo, si trova ora a detenere uno dei più ingenti patrimoni musicali mondiali costituito da partiture, spartiti, manoscritti di musica antica, stampe di varia natura e provenienza che continuano ad attirare l’attenzione di studiosi di tutto il mondo per il loro alto valore di rappresentatività culturale. In particolare, lo studio delle fonti musicali calabresi condotto negli ultimi trent’anni ha dimostrato incontrovertibilmente il ruolo tutt’altro che secondario di una regione pur priva da sempre di centri politici principali in grado da fare da referenti di importanti figure di operatori musicali. Per fare il punto sullo studio delle fonti musicali in Calabria e, in generale, in Italia è stato organizzato dall’Istituto di Bibliografia Musicale Calabrese, a Capo Vaticano e a Tropea, nei giorni 5-7 ottobre, un convegno di studi dal titolo La ricerca sulle fonti musicali in Italia e il ruolo dell’associazionismo regionale: stato attuale e prospettive future. Una iniziativa che si propone non solo di testare i più recenti progetti che riguardano la schedatura e la valorizzazione delle fonti musicali ma anche di rilanciare, attraverso una serie di proposte e progetti, un settore duramente colpito dalla crisi che il nostro paese sta attraversando e che da tempo viene escluso dai principali canali di finanziamento statale. Promosso per festeggiare i trent’anni dell’Ibimus calabrese, il convegno vede la partecipazione di importanti musicologi italiani come il prof. Agostino Ziino, il prof. Giancarlo Rostirolla, da sempre impegnati nel campo della valorizzazione delle fonti musicali, la prof. Bianca Maria Antolini direttrice della rivista Fonti Musicali Italiane il presidente della Società Italiana di Musicologia Francesco Passadore e altre importanti figure del mondo musicale nazionale. Le tre giornate di studio saranno sostenute da una serie di iniziative collaterali quali mostre e concerti.

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
www.periodicoinforma.it - supplemento online al periodico bimestrale Informa (Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/18 del 20/02/2018 e ISSN 2420-8280). Contattaci scrivendo a redazione@periodicoinforma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.