Una scuola da sempre all’avanguardia

In atto la ristrutturazione e la messa a norma dei plessi

L’offerta formativa si arricchisce di numerosi progetti

Dopo aver dato uno sguardo alle scuole superiori di Tropea, nel precedente numero, abbiamo rivolto la nostra attenzione all’Istituto Comprensivo, guidato dalla dirigente Tiziana Furlano, per scoprire le novità che riguardano le scuole del I ciclo dei comuni di Tropea, Drapia e Parghelia.

Dirigente, quali sono a suo avviso i punti di debolezza e i punti di forza della scuola che dirige?
L’Ic Tropea, che ho il piacere di dirigere dal settembre 2015, è un sistema complesso. Di certo ci sono situazioni negative o quanto meno da migliorare ed è ciò a cui tendiamo nel nostro lavoro a breve, medio e lungo termine. Al contempo, in questi anni ho incontrato persone dotate di alta professionalità e di profonda umanità, qualità che spesso si coniugano in un connubio meraviglioso, creando ambienti di apprendimento dove ogni alunno è al centro del percorso formativo, viene apprezzato per le sue potenzialità e sostenuto nella sua crescita non solo culturale, ma soprattutto educativa ed umana. Ciò che apprezzo di più è la dedizione e cura che ogni docente riserva ai propri alunni, in un’ottica in cui la professione docente è vissuta consapevolmente con responsabilità etiche di profonda rilevanza.

Ci sono delle novità per l’edilizia scolastica?
Sul fronte edilizia scolastica ci sono novità. Per la Secondaria di I grado di Tropea è stata avviata la progettazione per la ristrutturazione degli uffici di segreteria, del polo laboratoriale e dell’aula magna, attraverso un finanziamento di 50mila euro della Regione e 50mila euro del Comune, il quale ha presentato inoltre un progetto per la ristrutturazione dell’ala dell’edificio colpita da ordinanza e attualmente non utilizzabile per la non conformità alla normativa antisismica vigente. Riguardo ai tre edifici della Primaria, il primo plesso sarà oggetto di una profonda ristrutturazione grazie all’iniziativa del Miur “Scuole Innovative” con un finanziamento di 3 milioni di euro già approvato. Solo 20 scuole in tutta Italia saranno costruite con questi principi. Il nostro sarà un edificio pienamente rispondente alle normative sulla sicurezza, ma soprattutto sarà rispondente alle esigenze strutturali di una didattica per competenze, innovativa ed efficace per l’attuale generazione di studenti nativi digitali. Il secondo plesso è attualmente in ristrutturazione per l’adeguamento alle norme antisismiche. Gli stessi lavori saranno realizzati in seguito sul terzo plesso, attualmente utilizzato. Per quanto riguarda Drapia, dovrebbero concludersi a ottobre i lavori di ristrutturazione della scuola di Sant’Angelo, che ospiterà la Secondaria di I grado e la Primaria dei diversi plessi del comune (ponendo così fine all’esistenza delle pluriclassi).

Cosa ci dice dell’ampiamento dell’offerta formativa?
La nostra offerta formativa è veramente ampia. Già quest’anno stiamo portando avanti un progetto per lo sviluppo delle competenze sociali e civiche che è la concretizzazione del curricolo verticale, in quanto coinvolge tutti gli ordini di scuola e tutti i plessi, dando così un segno dell’unitarietà del percorso formativo ed educativo che vogliamo far emergere dal nostro operato. Numerosi sono i progetti realizzati in orario extracurriculare, dalle manifestazioni per le festività natalizie in ogni plesso, al corso di tedesco o al percorso di certificazione di lingua inglese per gli alunni della Primaria, alla realizzazione del presepe vivente a cura dei ragazzi della Secondaria di I grado di Tropea e ancora la rappresentazione teatrale “Aggiungi un posto a tavola” che sarà realizzata a giugno dagli alunni della Secondaria di I grado di Drapia. Basta dare uno sguardo al Piano triennale dell’offerta formativa per scoprire tutte le attività che portiamo avanti. Abbiamo inoltre avviato la realizzazione di progetti Pon Fse che arricchiscono ulteriormente l’offerta formativa. In questo periodo ci sono progetti di badminton per la Primaria e Secondaria di I grado, di coding e robotica, di inglese e di informatica per conseguire le certificazioni. Abbiamo infatti colto ogni possibilità offerta dall’Unione Europea per avere ulteriori finanziamenti e sono già stati approvati numerosi progetti, alcuni rivolti all’Infanzia, altri alla Primaria per il rinforzo delle competenze di base, altri ancora per l’orientamento. Infine, ulteriori percorsi progettuali mireranno allo sviluppo di competenze culturali e paesaggistiche per la tutela e l’apprezzamento del territorio in cui viviamo. Insomma, una scuola in pieno fermento didattico ed educativo!

Autore dell'articolo: Caterina Sorbilli

Caterina Sorbilli
Insegnante presso l'Istituto Comprensivo di Tropea, è giornalista pubblicista iscritta all'albo professionale dell'Ordine regionale della Calabria. Ha collaborato con Calabria Ora, Tropeaedintorni.it, ZoomSud, Il Garantista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.